TRAINING AUTOGENO: CALMA PSICOFISICA

Questo metodo ha lo scopo di portare, progressivamente, al realizzarsi di modificazioni organiche vere e proprie, che sono esattamente opposte a quelle prodotte dallo stress.

Il training autogeno è uno strumento dalla comprovata validità che si è dimostrato efficace nel processo di auto distensione mente-corpo, un efficace sostegno in momenti di difficoltà. È di particolare aiuto in situazioni di ansia e stress nelle quali avvengono diverse attivazioni sia a livello fisico che a livello emotivo.

Consta di precise regole per l’apprendimento  e di applicazioni ripetute nel corso del tempo affinché risulti efficace, in generale ma soprattutto nel caso in cui ci si avvicini per la prima volta alle pratiche di rilassamento. Chiunque lo apprenda lo potrà utilizzare in maniera autonoma in qualsiasi situazione e luogo.

SESSIONE SINGOLA INDIVIDUALE

di Training Autogeno

 

La tecnica consiste in una serie di esercizi di concentrazione che si focalizzano su diverse zone corporee, allo scopo di ottenere un generale stato di rilassamento sia a livello fisico che psichico.

La caratteristica fondamentale di questo metodo è la possibilità di ottenere, attraverso esercizi che potremmo considerare "mentali", delle reali modifiche corporee, che a loro volta sono in grado di influenzare la sfera psichica dell’individuo.

Ciò è possibile poiché l’organismo umano è un’unità biopsichica, nel senso che mente e corpo non sono componenti autonome e indipendenti, ma sono strettamente correlate, in un rapporto di influenza reciproca e costante; e' pertanto possibile attraverso semplici attività mentali produrre modificazioni delle funzioni organiche e viceversa.

Per raggiungere questo stato generale di calma psicofisica e' necessario ‘fare esercizio’.

Per chi già conosce il metodo ed intende lavorare su un ambito specifico definito prima della sessione. Sessione dedicata a chi padroneggia la pratica.

CICLO BREVE DI TRAINING AUTOGENO

Il benessere psicofisiologico.

In diverse circostanze per alcune persone diventa necessario riconnettersi in maniera rinnovata con il proprio corpo, per far star bene anche la mente.

La meditazione ti aiuta a schiarire la visione delle cose e a riconnetterti con i tuoi bisogni.

A questo servono i cicli di training autogeno.
1 sessione di meeting conoscitivo
1 sessione di introduzione al TA
1 sessione di training autogeno

Il Training Autogeno e' una tecnica di rilassamento nata agli inizi del ‘900, grazie agli studi dello psichiatra tedesco Johannes H.Schultz.

E' un metodo utile per affrontare gli stati di ansia, per affrontare particolari periodi caratterizzatati da ansia e stress o per ritrovare la connessione con il proprio corpo.

Il ciclo breve è indicato per coloro che si avvicinano per la prima volta alle pratiche meditative e vogliono provare il metodo che, per poter essere praticato in maniera autonoma prevede un ciclo di apprendimento della durata di 6 mesi con incontri bimestrali.

Dopo il completamento del ciclo breve avrai l'esperienza minima che ti consentirà di valutare in maniera concreta gli effetti benefici della pratica.

CICLO COMPLETO DI TRAINING AUTOGENO

1 sessione di meeting conoscitivo
1 sessione di introduzione al TA
12 sessionI di training autogeno

Il Training Autogeno e' una tecnica di rilassamento nata agli inizi del ‘900, grazie agli studi dello psichiatra tedesco Johannes H.Schultz.

E' un metodo utile per affrontare gli stati di ansia, per affrontare particolari periodi caratterizzatati da ansia e stress o per ritrovare la connessione con il proprio corpo.

Il ciclo COMPLETO è indicato per coloro che intendono imparare ad usare la tecnica in maniera autonoma e prevede un ciclo di apprendimento della durata di 6 mesi con incontri bimestrali.

Dopo il completamento del percorso sarai in grado di indurre in maniera autonoma il rilassamento psicofisico grazie alla pratica appresa.

AMBEDUE I PERCORSI SONO INTEGRATI AL COACHING SISTEMICO, OVVERO PREVEDONO L'INTEGRAZIONE DI OBIETTIVI DETERMINATI NEL CORSO DEGLI INCONTRI E SONO QUINDI FUNZIONALI AL RAGGIUNGIMENTO DI SPECIFICHE ESIGENZE DETERMINATE DAI BISOGNI INDIVIDUALI.

 Affidati a una guida esperta!

ti invito a Leggere l'articolo sugli effetti delle pratiche meditative pubblicato da PLOS One, giornale di informazione sulle ricerche scientifiche.

La meditazione aiuta a raggiungere una migliore consapevolezza, può calmare il corpo e la mente, sconfiggere il dolore.

Oggi anche la scienza ha scoperto i benefici della meditazione e le strategie mindfullness based – protocolli strutturati basati sulla meditazione buddista e sulle tecniche di rilassamento psicofico –  che sono utilizzate per la terapia di disturbi come ansia, depressione, dipendenze e altri comportamenti a rischio.

Tra tanti effetti positivi si fa presto a dimenticare che anche la meditazione, come tutte le pratiche umane, può avere i suoi effetti collaterali, o meglio quegli episodi noti come abreazioni, ossia scariche emozionali aventi una funzione catartica, che soprattutto in periodi di forte sofferenza o stress vanno gestiti in maniera funzionale. Sebbene ognuno di noi abbia gli strumenti necessari per gestire i propri stati emotivi è oramai risaputo che ricorrere all'aiuto di  figure qualificate consente di  evitare alcuni degli effetti collaterali di queste efficaci pratiche quali: disturbi nella concentrazione, problemi di memoria, ipersensibilità alla luce, senso di euforia, depressione, perdita del sonno, pensieri intrusivi.

A fare luce su questi aspetti ci pensa un nuovo studio della Brown University pubblicato su Plos One, che ha cercato di mappare gli effetti collaterali e le esperienze inusuali sperimentati più comunemente .

FAST FORWARD SYSTEMIC COACHING

©2019 M.L. Candela - P. Iva 10828250968  - emelcandela.info all rights reserved

life@emelcandela.info  |  Tel: +39 02 94752591

clicca quì per visionare la policy sulla privacy